La Cultura nella Prospettiva Giuridica ed Economico-Aziendale

La cultura è un settore che fino a poco tempo fa non era considerato nel diritto dell’Unione europea e nel diritto italiano aveva una rilevanza meramente costituzionale avendo ottenuto una scarsa attuazione legislativa. Ora la situazione è mutata nel diritto dell’UE, a partire dal Trattato di Maastricht del 1992 fino ad arrivare al Trattato di Lisbona del 2007, ma anche nell’ordinamento interno. C’è poi da considerare che il settore, in realtà, è molto composito, nel senso che oltre alle c.d. materie creative (arte e scienza/ricerca scientifica e tecnica) contempla anche tutta una serie di espressioni dell’intelletto umano materiali e immateriali, quali ad esempio il rilevantissimo campo dei beni culturali e del paesaggio (materiali), ma anche tradizioni e linguaggi culturali (immateriali) e molto altro, di cui l’Italia in primis e l’Europa in generale dispongono. La pluralità delle manifestazioni culturali, lette nel nostro ordinamento sempre in funzione di promozione umana, e il crescente interesse verso le stesse anche sul piano delle logiche di gestione delle aziende di servizi culturali e delle politiche pubbliche, invitano il gruppo di ricerca ad approfondite indagini, anche separate tra loro, che il ricco settore è in grado di offrirci. 

Componenti (esterni all'Ateneo)

Responsabile Scientifico Coordinatore

Settore ERC del gruppo
  • SH2_4 – Legal Studies; Constitutions; Human Rights; Comparative Law
  • SH2_1 – Political Systems; Governance
  • SH1_4 – Financial Economics; Banking; Corporate Finance; International Finance; Accounting; Auditing; Insurance
  • SH1_10 – Management; Marketing; Organisational Behaviour; Operations Management 
  • SH1_13 – Public Economics; Political Economics; Law and Economics
  • SH5_7 – Museums; Exhibitions; Conservation and Restoration
  • SH5_8 – Cultural Studies; Cultural Identities and Memories; Cultural Heritage